Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2007

La relatività del tempo e il tassinaro

Roma, piovoso pomeriggio di dicembre, traffico bloccato, cosa c'è di meglio che scambiare quattro chiacchiere con il "tassinaro" che mi sta riportando in ufficio?
"Come va 'sta macchina?" chiedo (con i tassinari è sempre meglio usare un po' di cadenza locale, diventano più disponibili al dialogo, senza però eccedere in confidenza, sennò se ne approfittano e fanno un giro più lungo del necessario), così, per rompere il ghiaccio.

" 'A dotto' (il cliente, se uomo sopra la trentina in giacca e cravatta, è sempre "dotto' ") nun s 'a faccia mai 'na maghina itajana. Questa, si sse rompe, rimane ferma drento all'offiscina arméno 'n mese. N'amico mio... (e qui, nella narrazione, subentra l'equivalente del deus ex machina della tragedia greca, colui cui la sorte ha riservato tutti i beni e le fortune dell'universo. Se il tassinaro dice "m'ha detto 'n amico mio" sta per verificarsi un epifania …

Lettera a Gesù Bambino

Caro Gesù, in questo giorno di Natale voglio scrivere a te per tanti motivi, così come facevo una volta… mi raccomando: converti il nostro cuore in questo Natale. Fallo: non aspettare oltre! In questi giorni ci facciamo tanti regali inutili per riempire la nostra sete di felicità. Gesù, aiutaci a comprendere che non abbiamo bisogno di questi regali o di girare all’impazzata per i centri commerciali con carrelli così pieni che i bambini non li riescono neanche a spingere. Aiutaci a comprendere che abbiamo bisogno di silenzio, di quel silenzio che c’era a Betlemme quando tu sei nato e che oggi neanche a Betlemme c’è più. Facci capire, che abbiamo bisogno di un cuore che sappia amare, che sappia piangere con chi soffre e sorridere con chi è nella gioia. Abbiamo bisogno di un cuore che non rimane indifferente di fronte alle tragedie dell’umanità, ma che sa invece rimboccarsi le maniche. Fa’ che la smettiamo di dire “poverini…” quando in televisione vediamo chi soffre e fa’ invece che abbi…

I politici italiani: il capo dell'opposizione approfondisce la situazione politica (senza miei commenti)

Tratto dal sito "La stampa.it":

Roma, Cinecittà, 21 dicembre 2008: Nel corso del comizio Berlusconi è tornato anche sul lieve incidente domestico che gli ha provocato alcune ustioni di secondo grado sul corpo. Ricordando ai presenti l'incidente della borsa dell'acqua calda, l'ex premier ha scherzato: "Pensate se l'acqua fosse venuta fuori dall'altra parte: sul pisello...''.

Regalo di Natale ai ciclisti romani

Ecco il regalo del comune ai cittadini romani:

la ciclabile della musica, all'altezza dell'auditorium, è "legittimamente" interrotta da una rivendita di alberi di Natale. Proprio nel posto dove provocatoriamente apostrafai davanti a giornalisti e reporter televisivi l'assessore Esposito nel giorno dell'inaugurazione, chiedendogli quando, alla pari di quanto successo sulla ciclabile Tevere, avrebbe fatto installare le banchine degli ambulanti sulla nuova (e mai completata) ciclabile, si è compiuto l'ennesimo misfatto ai danni della città, sempre più ostaggio del commercio abusivo "sanato" e tollerato.

I bambini ci guardano

Personaggi:
il papà (personaggio presente ma silenzioso)
la mamma (m)
la figlia, 3 anni (f)

Ambientazione: cucina, mattina presto, la famiglia sta facendo colazione

f: "papà, ma tu l'hai scritta la letterina a babbo natale?"
m: "ma no, papà non la scrive la letterina a babbo natale, è grande"
(attimo di riflessione della figlia)

f:"però forse a papà, anche se è grande, gli piace un regalo da babbo natale"
m: "ma dai, che cosa potrebbe chiedere papà a babbo natale?"
f: "i capelli, no?"

Gli italiani stanno scalando la vetta del mondo?

Questa domanda, posta dal Times on line, sembra fuori luogo dopo il lungo reportage del NYT di cui diedi notizia alcuni giorni fa, in cui si descriveva un'Italia depressa, chiusa su se stessa.

Eppure il quotidiano inglese, prendendo come esempi la nomina di Fabio Capello a ct della nazionale di calcio inglese, la storia fra Carla Bruni e Sarkozy e la partecipazione di Rudolph Giuliani alle elezioni presidenziali USA, sostiene che gli italiani, perr la prima volta dal tempo dei Medici, stiano scalando la vetta del mondo.
L'articolo, la cui impostazione è solo un paravento per andare a "sfrucoliare" nelle vicende private di Sarkozy, sembra scherzare sull'assenza di italiani in posizioni davvero importanti per influenzare le vicende del mondo.

Purtroppo oggi noi siamo noti per gli stilisti, la Ferrari e la cucina. Eppure L'Italia è un paese con oltre 50 milioni di abitanti, e davvero avremmo le capacità per renderlo il più bel paese del mondo. Dovremmo solo decider…

Un drammatico Christmas party a Manchester

Alcuni giorni fa avevo anticipato la notizia del party di Natale dei calciatori del Manchester UTD. Come facilmente prevedibile la "festa" (descritta nei giorni precedenti allo svolgimento come "una maratona di bevute, lap dance e gioco d'azzardo") si è rapidamente e drammaticamente trasformata, secondo una delle partecipanti citata da un reportage del Mirror, in "a horrendus cattle market", un mercato delle bestie, dove le donne sono state trattate come carne in vendita.
E l'epilogo è stato drammatico: a fronte del rifiuto da parte di una ragazza di 26 anni invitata alla "festa" , un giovane calciatore di 19 anni, in preda all'euforia dell'occasione (e non si sa a quanto alcol e chissà cos'altro in corpo) l'ha stuprata.

Purtroppo la pena per la ragazza non si accompagna allo stupore. L'epilogo di queste 18 ore di follia collettiva, animata dai ricchi e sfrenati calciatori, che nessuno, nemmeno il blasonato allenatore s…

Moratoria universale della pena di morte: interessa solo l'Italia?

New York, 18 dicembre 2007 - L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato il testo di risoluzione per la moratoria universale della pena di morte con 104 sì, 54 contrari e 29 astenuti.
Questa notizia, riportata con la massima evidenza sin da ieri pomeriggio (ora italiana) dai siti di informazione on line italiani






















era però assente sui più importanti siti internazionali. Ho pensato "forse è troppo presto, i fusi orari giocano a sfavore della tempestività dell'informazione".
E allora ieri sera (più o meno alle 23.00 italiane) ho ripercorso la stessa carrellata, con i seguenti esiti:












Niente, nemmeno la più piccola, timida citazione di una notizia che sui siti italiani aveva il posto d'onore. Unica eccezione, il sito della BBC, che nella colonnina destra, sotto iltitolo "other top stories" riporta il titolino "UN votes for death penalty freeze":
E allora mi sono posto una domanda: la risoluzione ONU rappresenta un vero passo in avanti per la c…

Il lupo perde il pelo...: lupi d'abruzzo, seconda puntata

A distanza di una settimana esatta i lupi abruzzesi tornano all'onore della cronaca. Stamattina l'ANSA dà notizia di un lupo che, affamato, si è fermato sulla soglia di un bar di Villetta Barrea. Il proprietario gli ha lanciato un panino, che la povera bestia ha divorato in un lampo, prima di scomparire di nuovo nel bosco.

A me fa quasi tenerezza...

Certificato etico di esenzione dai regali di Natale

Sei stanco anche tu della bolgia dei regali di Natale? Pensi che questa corsa all'acquisto abbia snaturato il senso profondo di questa festa? Vuoi chiamarti fuori da questa ossessione collettiva?
Fai come me, chiedi il rilascio del "Certificato Etico di esenzione dai regali di Natale":


CERTIFICATO ETICO
16 dicembre 2007

SI CERTIFICA CHE IL SIG. MAGOCICLO PRESENTA I SEGUENTI SINTOMI:

sente che il pianeta terra è malato;
sa che esso non potrà essere salvato senza un cambiamento del nostro stile di vita;
sostiene che il consumismo non serva a risolvere i problemi dell'economia, ma al contrario aggravi lo stato di salute del pianeta di cui sopra, e contribuisca a svilire la spiritualità del Natale;
non apprezza la falsa tradizione, di stampo commerciale, dello scambio di regali tra adulti in tale ricorrenza, in quanto la nostra usanza prevedeva che i balocchi fossero donati solo ai bambini, peraltro attribuendone la responsabilità a terzi (Santa Lucia, San Nicola, Gesù Bambino)…

Il New Jersey abolisce la pena di morte

Ieri (oggi per noi europei) il senato dello stato del New Jersey ha votato una legge per l'abolizione della pena di morte e la sua sostituzione con l'ergastolo. Nei prossimi giorni, dopo la firma da parte del Governatore, il provvedimento diverrà esecutivo e farà del NJ il primo stato USA che abolisce per legge la pena di morte da quando, nel 1976, la Corte Suprema Federale l'aveva riprisitinata. In effetti è dal 1963 che la pena capitale non viene di fatto applicata nel NJ, ma il provvedimento di legge, che aggiunge il NJ agli altri 14 stati USA dove la pena di morte non è consentita, ha un forte valore, proprio nel momento in cui la Corte Suprema sta per iniziare l'esame sulla legalità o meno dell'iniezione letale, applicata in tutti gli stati doave vige la pena di morte, ad eccezione del Nebraska.
qui un approfondimento della CNN, e qui il link al sito del Centro Informazioni sulla pena di morte in USA.

Tempo di tombola: come si fa a vincere?

Arriva Natale e arriva anche la tombola, gioco con regole semplici e affidato completamente alla sorte. Tecnicamente si tratterebbe di un gioco d'azzardo, ma raramente le cifre diventano rilevanti. Pero' vincere rimane sempre l'obiettivo di un gioco, un traguardo che si raggiunge cercando di capirne le probabilita' e, soprattutto, se avere il 'tabellone' a tombola sia un vantaggio. Ecco che cosa ha scoperto un team di matematici del Consiglio Nazionale delle Ricerche sul piu' tradizionale gioco natalizio italiano, studio riportato dal sito dell'agenzia ADNKRONOS.

''Chi estrae i numeri ne piazza sempre uno ad ogni estrazione, mentre chi ha le cartelle ogni tanto non mette nulla, dunque si potrebbe pensare che il primo sia avvantaggiato. Ma questo non e' del tutto vero: il tabellone ha 90 numeri diversi e ogni cartella individuale ne ha 15, per cui, se si tengono sei cartelle con tutti i numeri distinti, le probabilita' di vincere sono le …

In Italia tira aria di delusione, dice il New York Times

Questa mattina l'home page del sito del New York Times (sito che registra 19.4 milioni di utenti unici su base mensile) apre con una foto di Beppe Grillo ed il link ad un lungo reportage sul nostro paese, dal titolo "In a Funk, Italy Sings an Aria of Disappointment".
La scelta è davvero significativa: parliamo del sito di uno dei più autorevoli, influenti e seguiti quotidiani del mondo, e la notizia è data al centro della prima pagina.
Il reportage è lungo e molto accurato: inizia con i complimenti (ad esempio "gli italiani sono noti nel mondo perché mangiano e bevono bene, ma è difficile trovarli ciccioni o ubriachi") ma poi vira subito alla realtà di un paese in declino, che si sta impoverendo e dove, soprattutto, si sta perdendo la speranza nel futuro.
E, secondo me questo è l'aspetto più grave, il testimonial di questa situazione, colui che la denuncia con maggior vigore, non è un politico, un professore universitario, un giornalista...no, è un attore, che…

Parigi, i ciclisti e il codice della strada

L'iniziativa parigina "Velib" è stata un grande successo. Nei primi due mesi oltre tre milioni di persone hanno utilizzato le bici messe a disposizione dal comune e gli abbonamenti annuali hanno superato il numero di 60mila.

C'è, è vero, un problema relativo alla distribuzione delle bici: una ventina di camioncini (non inquinanti) girano per la città per riequilibrare i parcheggi. «Certi quartieri sono strutturalmente debitori e altri creditori di biciclette», spiegano al comune, perché i parigini lasciano volentieri la bici quando c'è una salita, per esempio a Montmartre, oppure al mattino mancano biciclette nei parcheggi vicino alle stazioni o ancora la sera in luoghi animati come la Bastiglia.


Finora circa 200 biciclette sono state danneggiate, ma un team di tecnici è sempre all'opera per riparare i piccoli guasti ai parcheggi. Per le grosse riparazioni c'è anche un laboratorio mobile sulla Senna.

Questo rinnovato amore parigino per la bicicletta ha però…

I lupi e gli agnelli

Abruzzo centrale, territorio di montagna ai limiti del Parco Nazionale, località "la playa" (che nome strano per un posto in piena montagna!) nel comune di Scanno.
E' quasi mezzogiorno di una scura e fredda giornata di dicembre. Isidoro, il pastore, sente i cani abbaiare furiosamente. Esce dallo stazzo appena in tempo per vedere due pecore correre disperatamente inseguite da altrettanti lupi.
Raccoglie da terra un sasso e lo scaglia contro i lupi, poi libera i cani che si avventano contro i predatori, che, vista la mala parata, scappano nella boscaglia. Le 2 pecorelle sono salve. Purtroppo però sul terreno rimangono ben 9 pecore che i lupi avevano fatto in tempo ad aggredire ed uccidere.
Sembrano storie di altri tempi, ma succedono oggi, nel 2007, e ne danno conto i giornali. A me però sembra strano che il lupo uccida a freddo 9 pecore. Non è l'atteggiamento del predatore affamato, anche perché la stagione consente ai lupi di alimentarsi ancora di selvaggina nei boschi. …

Guardi le soap in tv? attento, ti potrebbe andare il cervello in pappa, secondo il BLISS

Questo è uno dei consigli contenuti nel libro "Teach Yourself Training Your Brain" edito in Gran Bretagna e best seller nelle vendite natalizie nel Regno Unito (tant'è cha Amazon non è già più in grado di consegnarlo entro Natale, ma accetta ordini solo per il prossimo anno), e rilanciato dalle pagine on line del quotidiano "Guardian".

Alle prime il libro può sembrare uno dei soliti manuali fai-da-te di stile anglosassone, pieno di consigli tanto sicuri quanto inefficaci. Stavolta però siamo dalle parti di una ricerca scientifica, con tanto di citazioni e tabelle di studi. Qualche esempio?

Chi vuole mantenere e rafforzare le capacità mentali deve evitare di fumare hashish, di guardare le soap opere in tv, e piantarla con le diete senza grassi.

Al contrario, per stimolare la mente occorre stare vicino ai figli mentre fanno i compiti per l'indomani, e favorire il loro studio collettivo con i compagni di classe. Farà bene a noi che, aiutando i ragazzi, saremo cos…
Venerdì 7 dicembre, ore 20.30 (è importante l'ora, perché le pagine vengono aggiornate di continuo): la prima pagine del sito WEB "Corriere.it" porta, fra le altre, le seguenti notizie (i link riportano alla pagina di dettaglio della notizia, ma tutti i titoli sono presenti nella prima pagina del sito):

È Pamela il personaggio più sexy della tv

«Fuma ed è lesbica». E le tolsero il figlio

Sesso, sangue, soldi: esplode il caso Tobias

La svolta sexy di Keira Knightley

Britney-Paris, video lesbo e ricatto

Irina Palm, se il porno non è...

La sexy-prof di nuovo in manette

Parigi: l'erotismo va in mostra

titoli cui si aggiunge il tradizionale link ai più svaccati, slabbrati e tristi calendari (come acutamente nota Roberto d'Agostino, si dovrebbe parlare di "culendari") delle star, starlette, starlettine, veline e cartaigienichine nostrane e d'importazione.

La mia non è un'osservazione morale (e cisarebbe materia per farla) né di opportunità, ma è giornalistica: …

Siamo tutti italiani

Hotel Excelsior, sala interna, alle 18.00 di un venerdì piovoso e freddo. Dentro si sta bene, aria tiepida, luci soffuse, comodi divanetti, clientela selezionata, businessman per lo più stranieri attendono l'ora della cena sorseggiando un drink, camerieri impeccabili pronti a cogliere qualsiasi esigenza dei clienti.

Sono seduto su una poltroncina e, in attesa di incontrare una persona che è scesa in questo albergo, sfoglio il giornale che non avevo avuto tempo di leggere la mattina.

Su una pagina interna di cronaca politica c'è una notizia, corredata di foto, che riguarda Silvio Berlusconi. Sulla stessa pagina, poco più sopra, la pubblicità di una celebre marca di scarpe di lusso da uomo, con grande foto di un paio di scarpe eleganti.


Sto per girare pagina quando sento un fruscio sopra la testa. Mi giro di scatto e vedo un signore di colore, con un impermeabile stazzonato, che stava leggendo il giornale alle mie spalle. Vistosi scoperto indietreggia scusandosi. Lo rassicuro, gli …

La bici più bella

La bicicletta più bella è quella più semplice, quella con meno accessori e meno fronzoli, quella che ti porta all'essenzialità del movimento. La bici più bella è quella che piace a te, non quella che devi esibire agli amici. La bici più bella è quella che usi tutti i giorni e che ti porta ovunque tu voglia, non quella che prendi la domenica per fare 100 km in campagna. E' quella che risponde alla descrizione che trovi nella spiegazione diquesto blog: non un albero di Natale sfavillante di luci, ma una compagna solida, sicura, silenziosa, essenziale.


La bici più bella è questa
E ora anche a Roma c'è qualcuno che si dà da fare per fabbricare bici di questo tipo, senza mille cambi e mille accessori elettronici (in realtà quella nella foto è anche senza freni, ma lì entriamo in un'altra affascinante filosofia ciclistica, la "fissa").Anch'io la voglio, con il telaio in acciaio, solido, sottile, eterno, di colore rosso antico, single speed (42-21), silenziosa com…

La santità del Natale

Sul sito del Mirror, popolare quotidiano inglese, appare la notizia di una mega festa di Natale organizzata dai giocatori della squadra di calcio inglese del Manchester.

La festa però va oltre il tradizionale Christmas Party anglosassone e merita di essere citata per più di un motivo:
costo. 4.000 sterline a giocatore (circa 5.600 euro), per un totale di circa 140.000 euro.
invitati. i 25 giocatori della prima squadra del Manchester; 100 "splendide donne" reclutate ad hoc per l'occasione.
esclusi. dirigenti ed allenatore della squadra. Fidanzate, mogli e amiche
luoghi della festa. Inizio a mezzogiorno e mezza nel bar favorito della squadra, il "Living room". Seconda tappa al casinò "235", che per l'occasione resterà chiuso per 3 ore ai normali frequentatori. Si continuerà poi al "Boutique", locale di lap dance e strip tease. L'epilogo della festa sarà al Great John Street Hotel, prenotato per l'intera notte.
regole. sono vietati telef…

INVOCATIO DEI ROMAE ADVERSUS SUVnormalia

Il grande vate dell'agorà ciclistica romana, Caiofabricius, ha scritto per "Romapedala" un'invettiva antitraffico, in pura lingua del Belli. E' talmente vivace, fresca, intrigante da spingermi a condividerla subito con i miei amici. Grazie Caiofabricius
______________________________________________

Oh che sciagura miei Quiriti
ve siete tutti rncojoniti

le sacre Mura o i Colli aviti
pè quattro feticci avete traditi

li scatoloni de nero feraccio
sbracati 'n piazza a puro casaccio,
Bernini er genio diventa n' poraccio
barocco? no, 'n parcheggiaccio

E le funtane de Farnese godimento
nun sò libbere manco 'n momento,
'a biaggiotti c'a' speso 'na cifra
faceva mejo a restaurà là in Sira

Incazzati e vijacchi corete da 'nfami
rallentate? seee, manco domani

sorcicorrenti senza coraggio,
incubo de'pischelli p'ogni paraggio

er vecchio ciclista molto più saggio
pè lui la vita è sempre 'n belmaggio

cià millant' anni e pedala se…

Il Centurione

E' un sabato pomeriggio di novembre, a Roma, in via dei Fori imperiali. Cammino tranquillo in direzione Colosseo, giaccone antipioggia e borsone a tracolla, quando un'immagine mi colpisce: un uomo ha scelto il marciapiede sotto la statua di Giulio Cesare per allestire la sua casa temporanea, con cartoni, teli, buste di plastica. Il contrasto fra la maestosità della statua e la povertà dell'uomo mi colpisce e tiro fuori la macchina fotografica per qualche scatto volante. Avvicino l'occhio al mirino quando avverto la presenza di un oggetto vicino al collo. Mi sposto leggermente, guardo e vedo una spada con la "lama" poggiata sulla mia spalla sinistra. Seguo con l'occhio la linea della spada, salgo lungo il braccio che la impugna e arrivo al "guerriero". Hai presente uno di quei furboni che si vestono da soldato romano per fare la comparsa, a pagamento, nelle foto dei turisti? ecco, proprio lui, uno più o meno così:


Mi guarda, apre un sorriso ammicc…

Acqua pubblica per tutti

Oggi pomeriggio, 1° dicembre, è sceso in piazza a Roma il "popolo dell'acqua", chiedendo a gran voce che l'acqua rimanga, o torni, bene pubblico non privatizzabile.E' stato anche ricordato che giace negli uffici del parlamento una proposta di modifica alla nostra costituzione per inserire il diritto all'acqua fra i diritti fondamentali ed inaleniabili per il singolo e la collettività e la definizione di acqua come bene pubblico.
Molti gli slogan contro le multinazionali delle acque in bottiglia, quelle con poco sodio o quelle che fanno fare tanta "din din", in una manifestazione colorata e festosa, ma segnata anche dai volti di tante persone mature o anziane, a dimostrazione che sui diritti fondamentali non ci sono spaccature generazionali. Obiettivo della manifestazione è stato anche quello di rendere definitiva la moratoria della durata di un anno approvata alla Camera lo scorso giugno sugli affidamenti del servizio idrico a società per azioni, per…