Passa ai contenuti principali

ISTANZA DI MATRIMONIO

Al fine di rendere un pubblico servizio a qualche giovane (o anche meno giovane) lettrice del blog in condizione di precariato lavorativo (purché libera di stato civile), riporto un'istanza da compilare per la richiesta di matrimonio con il dott. Piersilvio Berlusconi (ma l'istanza può essere indirizzata anche all'ormai maggiorenne sig. Luigi Berlusconi, di anni 19, studente alla Bocconi), il cui babbo, alcune sere fa, in risposta alla domanda di una giovane intervistatrice, disse in televisione: "Io, da padre, le consiglio di cercare di sposare il figlio di Berlusconi o qualcun altro del genere; e credo che, con il suo sorriso, se lo può certamente permettere".

ISTANZA DI MATRIMONIO

RACCOMANDATA A.R.
Roma, 13 marzo 2008

Preg.mo dott
sig. Pier Silvio Berlusconi
Vice Presidente Mediaset
Viale Europa 46,
20093 Cologno Monzese
Milano

Oggetto: Istanza di matrimonio ai sensi delle dichiarazioni del candidato premier del PDL Silvio Berlusconi nel corso del programma "Punto di Vista" del Tg2 del 13 marzo 2008

La sottoscritta ______________________, nata a _________ il _____________, residente a ______________, in Via/Piazza_________________________, (Cod.Fisc._____________________),
lavoratrice precaria della Repubblica italiana, facendo seguito alle dichiarazioni del candidato premier del PDL Silvio Berlusconi nel corso del programma "Punto di Vista" del Tg2 del 13 marzo 2008 rivolte ad una giovane lavoratrice precaria,- che si riportano per intero:
"Io, da padre - ha risposto Berlusconi sorridendo - le consiglio di cercare di sposare il figlio di Berlusconi o qualcun altro del genere; e credo che, con il suo sorriso, se lo può certamente permettere"-
ESSENDO IN POSSESSO DEI REQUISITI PREVISTI DALLE SUDDETTE DICHIARAZIONI (CONDIZIONE DI LAVORATRICE PRECARIA E IN POSSESSO DI LODEVOLE SORRISO, - n.b. requisito quest’ultimo acquisito a seguito dei ripetuti colloqui per i rinnovi dei contratti)

CHIEDE

di potersi sposare con Lei e nelle more dell’espletamento della cerimonia di poter essere mantenuta con adeguato assegno di mantenimento.

Si allega a tal fine foto attestante il requisito del lodevole sorriso.
Si dichiara altresì di non aver inviato analoga istanza ad altro milionario.
Città, data
FIRMA

_________________________
(nome e cognome leggibili)

Commenti

il Ratto dello spazio ha detto…
e le marchette si versano all'inps?
in caso di infortuni sul "lavoro" (coniuge di miliardario) ovvero separazione/divorzio
si è assicurati all'inail
come un carpentiere o un tornitore?

silvio ha da essere un po' più chiaro anche su questi importanti aspetti
Anonimo ha detto…
Quanto a bravura nello sparare stupidate o nel fare gaffès sei il numero 1 anche se io mi chiedo se ci sei o ci fai!!!!
Anonimo ha detto…
dovresti far vedere questa istanza a quella matta di splinder!
Ti lascio il link!
Anonimo ha detto…
dovresti far vedere questa istanza a quella matta di splinder!
Ti lascio il link!
Anonimo ha detto…
piersilvio, sposa me!
Emilio Maglietta ha detto…
divorzia da quella femmina di tua moglie e sposa un bel maschietto come me! Bacini...bacini! Emilio
Anonimo ha detto…
veramente.
ma perchè silvio non si dedica ad una fiction sulla sua vita e non si leva dalle liste?
Al governo servirebbe gente più decorosa

Sandra
Danda ha detto…
essù, non biasimatelo.
è che in famiglia da lui si è sempre usato così
Anonimo ha detto…
PERCHE' DARE QUESTA POSSIBILITA' SOLO AI PRECARI E NON ANCHE AI DISOCCUPATI?
Anonimo ha detto…
Un consiglio professionale: INSISTERE PER IL REGIME DI COMUNIONE DEI BENI E RIFIUTARE
CATEGORICAMENTE PATTI PRE-MATRIMONIALI.
Così sei sistemata a vita...
altro che precariato!

F
Anonimo ha detto…
solite promesse pre elettorali


promettono la mano, e poi ti arriva una falange

lussata


laGiusy
Anonimo ha detto…
Ma a parte i figli dei ricchi, non c'è una figlia, nipote,sorella o quant'altro di un benestante ,e pertanto benestante anche ella,che mi vuole sposare???
Anonimo ha detto…
E PER I PENSIONATI?
POTREBBE ANDAR BENE ANCHE SUA MOGLIE,DOPO IL REGOLARE DIVORZIO NATURALMENTE.

Post popolari in questo blog

Come cercare di non farsi rubare la bici - gli errori più comuni e qualche consiglio

I furti di bici sono in costante aumento, per varie ragioni. Qui proviamo a fare qualche riflessione sugli errori più comuni che noi ciclisti commettiamo, per imparare a non commetterli più, sui più diffusi antifurti e sul loro uso. Premesso che gli elementi da considerare quando si lascia in strada la bici sono: Efficacia antifurto Efficacia ancoraggio Valore della bici Luogo di sosta Durata della sosta mi limiterò ad una rapida panoramica dei più frequenti modi di posteggiare la bici in strada, valutando l'efficacia dell'antifurto e dell'ancoraggio. Per iniziare tre regole ASSOLUTE: Prima regola: MAI LASCIARE LA BICI APPOGGIATA AL MURO SENZA LEGARLA , nemmeno per comprare il pane. Questa bici non è a rischio di furto, è a certezza di furto, anche se il proprietario sta solo comprando il giornale all'edicola di fronte. Seconda regola: MAI LEGARE AD UN PALO LE SOLE RUOTE DELLA BICI. In particolare è del tutto inutile legare l'antifurto meccanico

Perché gli Olandesi vanno in bici? qui si parla delle ciclabili, ma anche di politica, economia, salute e vite umane

Guardare alle esperienze degli altri può essere di aiuto. Questo video spiega come hanno fatto gli olandesi a trasformare le loro città in amiche della bicicletta. A seguire ho inserito la traduzione in italiano dei testi, che possono anche essere letti direttamente sui sottotitoli in inglese cliccando su "cc": Traduzione del testo ( l'ordine segue, in via di massima, la sequenza delle slides. Ad ogni cambio di slide corrisponde, più o meno, un "a capo" del testo tradotto ): l'Olanda è il paese con la maggior percentuale di ciclisti al mondo ma è anche il posto più sicuro al mondo dove si possa pedalare, soprattutto grazie alle magnifiche infrastrutture a servizio dei ciclisti, che si trovano ovunque nel paese. Come hanno fatto gli olandesi ad ottenere questa rete di piste ciclabili di alto livello? Molti, compresi anche tanti olandesi, credono che le piste ciclabili siano sempre esistite. Questo è solo parzialmente vero. Sì, (nel passato)

La storia infinita dell'ex residence Bravetta

Il Corriere della Sera del 28 maggio dà notizia della condanna di Barbara Mezzaroma a 23 mesi di reclusione per aver demolito un palazzo nell’ex residence Bravetta, senza averne il permesso. La contestazione mossa all’amministratrice delegata di Impreme è di abuso in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, in violazione del testo unico sull’edilizia e del codice dei beni culturali e del paesaggio. La demolizione è avvenuta tra il 2015 e il 2017, mentre il Comune nel 2007 si era accordato con il gruppo Mezzaroma per la riqualificazione del residence, realizzato negli anni Settanta. Quello che a noi abitanti del quartiere risulta difficile da comprendere è il contenuto della decisione del giudici. Il giudice ha infatti stabilito che la Mezzaroma dovrà ricostruire l’immobile e pagare un risarcimento danni al Comune pari a 70 mila euro. Condizione questa cui è sottoposta la sospensione della pena. La domanda che noi ci poniamo è "ma il giudice ha presente cosa sia l